Fosforescenze

Quegli “enigmi luminosi” dei bambini

10.11.2021

I bambini sono degli enigmi luminosi”

Daniel Pennac

*****

Foto di Sergio Larrain

 

*****

Commenti
“Due bambini che si guardano,
interrompono il mondo.”
Jorge Boccanera

*****

“Tieni un capo del filo, io con l’altro capo in mano correrò nel mondo. E se dovessi perdermi, tu tira.”

Margaret Mazzantini, da “Venuto al mondo”

*****

“Ritornate alle vostre consuete attività
solo dopo esservi inginocchiati ai suoi piedi.
Dio versi sul vostro capo la sua benedizione: vi dia pace.”

Rabindranath Tagore

*****

“Ogni bambino ci porta il messaggio che Dio non è ancora scoraggiato dell’uomo.”

Rabindranath Tagore

*****

Foto di Elliott Erwitt

*****

“Un bambino può insegnare sempre tre cose ad un adulto:
1. A essere contento senza motivo.
2. A essere sempre occupato con qualche cosa.
3. A pretendere con ogni sua forza quello che desidera.”

Paulo Coelho

*****

“I bambini sono come i marinai: dovunque si posano i loro occhi, è l’immenso.”

Christian Bobin

*****

“Non sei mai stato bambino se non sei saltato a piedi pari dentro una pozzanghera, svegliando le fate che dormivano e facendole saltare in mille gocce di luce fino al cielo.”

Fabrizio Caramagna

*****

“Dobbiamo imparare dai bambini.
Amano senza dubitare.
Abbracciano senza avvisare.
Ridono senza pensarci.
Scrivono cose colorate sulle pareti.
Credono ad almeno 10 sogni impossibili.
Non arrivano al cassetto più alto, ma toccano il cielo con la punta delle dita.
E quando vengono affidati al sonno è come se il mondo avesse perso un po’ del suo splendore.”

Fabrizio Caramagna

*****

“Il fascino dei bambini sta nel fatto che con ognuno di loro tutte le cose vengono rifatte, e l’universo rimesso alla prova. Quando camminiamo per strada e sotto di noi vediamo le deliziose teste bulbosa di questi funghi umani, il triplo delle dimensioni che dovrebbero avere in proporzione al loro corpo, dovremmo sempre ricordarci innanzitutto che ognuna di quelle sfere contiene un universo nuovo fiammante, nuovo quanto era nuovo il mondo il settimo giorno della creazione. In ognuna c’è un nuovo sistema di stelle, nuova erba, nuove città, un nuovo mare.”

Gilbert Keith Chesterton

*****

Foto tratta dal web

*****

“I bambini andrebbero visti come degli insegnanti di semplicità non come dei contenitori di rimpianti, si dovrebbe far loro credere che da grandi possono davvero diventare astronauta o ballerina, che un anziano obeso vestito di rosso possa cavalcare il cielo per consegnar loro doni, che un ratto possa barattare soldi per un dente, che il bacio della mamma sia lenitivo di ogni ferita, che il babbo sia capace di rubargli il naso tra due dita, che le nuvole sono soffici, che l’orco esiste realmente ma una tenue luce sul comodino possa tenerlo lontano di notte, che la siringa non ha l’ago, che non esistono bambini diversi. Se prendi un’illusione dalle tasche di un bambino ricorda che stai rimuovendo un colore dal suo arcobaleno “

Michelangelo Da Pisa

*****

“I bambini sono i messaggi viventi che noi trasmettiamo ad un futuro che non vedremo.“
Neil Postman, da “La scomparsa dell’infanzia”, 1982
*****
“Incontro bambini che hanno poche parole, una lingua strappata alle spalle, una lingua che hanno dovuto abbandonare per un’altra che ancora non suona, che non ha memoria, che è tutta nuova e un po’ sterilizzata, ma che crea quell’insondabile mistero per cui uno pronuncia delle parole e l’altro le capisce e risponde. E quel mistero brilla ancora, scintilla negli occhi di molti di loro. Insieme alla fatica. E alla paura. Qui bisogna togliere pesi”.
Chandra Livia Candiani, da “L’angelo teppistello”, 2020
*****
“Non importa bambino, la pioggia passerà, l’inverno passerà; noi dormiremo come le tartarughe e poi ci alzeremo e pianteremo verdura. Saremo solo buoni, e vedrai che andrà tutto bene.”
Amos Oz, da “Fima”, 1991
*****
“I dolci segreti si rovinavano, a confessarli agli adulti”.
Tove Ditlevsen, da “Dipendenza”
*****
Foto di Elliott Erwitt
*****
“L’infanzia ritaglia
santità bambine.
Incolla aureole.
Colla di mandorle.
Un dio blu di carta
si fa azzurro al sole.”
Davide Cortese, da “Tenebrezza”, 2023
*****
“Un bambino non sperimenta il mondo attraverso la profondità che non gli appartiene, bensì attraverso le superfici. Infatti un bambino è prima di tutto un esteta, ed è inutile ripetere che l’estetica viene prima dell’etica. Ecco spiegato il motivo per cui non commette gaffe:non ne può fare neanche se lo volesse.
La gaffe nasce adulta – diciamo ventenne – e tale rimane per tutta la vita”.
Mario Fortunato, da “Autobiografia della gaffe”, 2022
*****
“Sembravamo due bambini.
Solo che invece delle figurine, ci stavamo scambiando cicatrici.”
Stefano Bonazzi, da “L’abbandonatrice”
*****
«Non esiste distanza nell’infanzia…
ciò che è assente
è impossibile, irrecuperabile, irraggiungibile».
Rebecca Solnit
*****
“Guardiamo il mondo una sola volta, da bambini. Il resto è memoria.”
Louise Glück
*****
Robert Doisneau, “La sonnette”
*****
“Stai sempre vicina a qualcosa che cresce. Che sia un bambino, un progetto, un’idea, senza mai dimenticare la terra, lo sbocciare di un fiore, la cura di una pianta.”
Anna Maria Ortese, citata da Iaia Caputo in “Era mia madre”, 2016
*****

“Il distacco ha il potere di lasciare le cose dell’infanzia eternamente giovani”.Lisa Ginzburg, da “Una piuma nascosta”

*****

“Da bambini si vivono solo prime volte, sono tutte prime volte quelle in cui si accende la storia e l’esperienza delle cose.”
Anna Rita Marchesini
*****
“È così stupido da parte degli adulti credere che i bambini non abbiano preoccupazioni. Dicono sempre: Ah, l’infanzia spensierata, non tornerà più. Ma un bambino ha di certo molte più preoccupazioni di un adulto.”
Irmgard Keun, da “Una bambina da non frequentare”, 1936
*****
Foto di Robert Doisneau
*****
In evidenza: Foto di Sonia Simbolo

Lascia un commento