Fosforescenze

Ma poi cos’è un bacio?

23.11.2021
Un bacio – ma cos’è poi un bacio?
Un giuramento un po’ più da vicino, una promessa più precisa, una confessione che cerca una conferma,
un’apostrofo roseo fra le parole t’amo, un segreto soffiato in bocca invece che all’orecchio,
un frammento d’eternità che ronza come l’ali d’un ape, una comunione che sa di fiore,
un modo di respirarsi il cuore e di scambiarsi sulle labbra il sapore dell’anima!
Edmond Rostand, da “Cyrano de Bergerac”, Atto III, scena IX
*****

“Da mi basia mille, deinde centum,
dein mille altera, dein secunda centum,
deinde usque altera mille, deinde centum.
dein, cum milia multa fecerimus,
conturbabimus illa, ne sciamus,
aut ne quis malus invidere possit,
cum tantum sciat esse basiorum.”

Gaio Valerio Catullo, da “Carme V”

(Dammi mille baci, poi cento,
poi ancora mille, poi di nuovo cento,
poi senza smettere altri mille, poi cento;
poi, quando ce ne saremo dati molte migliaia,
li confonderemo anzi no, per non sapere (il loro numero)
e perché nessun malvagio ci possa guardare male,
sapendo che ci siamo dati tanti baci.)

*****

Se per baciarti dovessi poi andare all’inferno, lo farei. Così potrò poi vantarmi con i diavoli di aver visto il paradiso senza mai entrarci.”

William Shakespeare

*****

“I baci sono ciò che resta della lingua del Paradiso.”

Joseph Conrad

*****
“Mi sono svegliato un’ora prima che la sveglia suonasse,
ed eccomi subito a cercare di baciarti l’anima.”

Filippo Timi

*****

“È che mi baci in un modo che le parole non servono più. E poi mi lasci lì appeso a un filo di silenzio, pieno di stupore.
Fabrizio Caramagna

*****

“E ti bacio la bocca bagnata di crepuscolo.”
Pablo Neruda

*****

“Hai caricato troppa polvere da sparo
in quegli occhi, amore.
Taci adesso,
se respiri l’anima dalla mia bocca
esplodi.”

Mirela Stillitano, da “L’ amore immaginato, cantato alla luna”

*****

IV
come chi ripara destini irreparabili
ma è un genio a restare in disparte
nonostante una faccia da vacanza finita
da figliol prodigo che torna
con famiglia a carico
e lascia nell’aria doposole e fazzoletti alla cannella
l’ultimo rumore di un bacio con lo schiocco
Alessandro Assiri, da “Come”, 2022
*****
“Raccolta in quell’abbraccio
la vita
fu di nuovo intera.”
Franco Marcoaldi, da “Amore non amore”, 2019
*****
Jack Vettriano, “L’abbraccio”, 1951
*****
“Siamo angeli con un’ala soltanto e possiamo volare solo restando abbracciati.”
Luciano De Crescenzo, da “I pensieri di Bellavista”, 2005
*****
“Ci si abbraccia per ritrovarsi interi.”
Alda Merini
*****
“Ci sono abbracci che rimettono al mondo.
Che diventano casa.
Che ci salvano la vita.”
Andrew Faber
*****
Foto di Sonia Simbolo
*****
“Non esistono due persone che abbracciano allo stesso modo. C’è l’abbracciatore delicato che vi aleggia tra le braccia. C’è l’abbracciatore impetuoso che si butta. C’è quello che vi dà manate sulle spalle. Bam! Bam! Bam! C’è il tenero che sparisce tra le vostre braccia e scodinzola. Non ditemi che abbracciare è noioso!”
Leo Buscaglia, da “Vivere, amare, capirsi”, 1982
*****

Immagine: Foto di Robert Doisneau, “Baiser de l’Hotel de Ville”

Lascia un commento