Fosforescenze

La scienza, tra certezza e dubbio

02.01.2022

“La più bella e profonda emozione che possiamo provare è il senso del mistero; sta qui il seme di ogni arte, di ogni vera scienza.”

Albert Einstein

*****

Una cosa ho imparato nella mia lunga vita: che tutta la nostra scienza è primitiva e infantile eppure è la cosa più preziosa che abbiamo.

Albert Einstein

*****

“Non credo in un Dio personale e non ho mai nascosto questa mia convinzione, anzi l’ho espressa chiaramente. Se c’è in me qualcosa che si può definire sentimento religioso, è proprio quella sconfinata ammirazione per la struttura del mondo nei limiti in cui la scienza ce la può rivelare.”

Albert Einstein

*****

“Sei l’unica persona che conosco che ha il mio stesso atteggiamento nei confronti della fisica: credere nella comprensione della realtà attraverso qualcosa di fondamentalmente semplice e unificato… Sembra difficile dare un’occhiata alle carte di Dio. Ma che Lui giochi a dadi e usi metodi ‘telepatici’… è qualcosa a cui non posso credere nemmeno per un momento.”
Albert Einstein, da una lettera a Cornelius Lanczos di Princeton, in “Albert Einstein, the Human Side: New Glimpses from His Archives”
*****
“Se verrà dimostrato che la mia teoria della relatività è valida, la Germania dirà che sono tedesco e la Francia che sono cittadino del mondo. Se la mia teoria dovesse essere sbagliata, la Francia dirà che sono un tedesco e la Germania che sono un ebreo.”
Albert Einstein
*****
“Quando un uomo siede vicino ad una ragazza carina per un’ora, sembra che sia passato un minuto. Ma fatelo sedere su una stufa accesa per un minuto e gli sembrerà più lungo di qualsiasi ora. Questa è la relatività.”
Albert Einstein
*****
Tullio Pericoli, “Albert Einstein”, 1987
*****

“Non so come il mondo potrà giudicarmi, ma a me sembra soltanto di essere un bambino che gioca sulla spiaggia, e di essermi divertito a trovare ogni tanto un sasso o una conchiglia più bella del solito, mentre l’oceano della verità giaceva inesplorato davanti a me.”

Isaac Newton

*****

“Una nuova verità scientifica non trionfa perché i suoi oppositori si convincono e vedono la luce, quanto piuttosto perché alla fine muoiono, e nasce una nuova generazione a cui i nuovi concetti diventano familiari!“

Max Planck

*****

“La scienza è ricerca della verità. Ma la verità non è verità certa.”

Karl Popper

*****

“L’espressione più eccitante da ascoltare nella scienza, quella che annuncia le più grandi scoperte, non è “Eureka” ma “Che strano…”.”

Isaac Asimov

*****

“Mia madre ha fatto di me uno scienziato senza volerlo. Ogni altra madre a Brooklyn avrebbe chiesto il suo bambino dopo la scuola, “Hai imparato qualcosa oggi?” Ma non è mia madre. “Izzy”, diceva, “hai fatto una buona domanda oggi?” Tale differenza – fare buone domande – mi ha fatto diventare uno scienziato.”

Isidor Isaac Rabi

*****

“Un argomento spesso ripetuto contro la moralità della scienza è che molti dei suoi frutti sono stati usati per fini cattivi, per esempio in guerra. Ma questo argomento non merita neppure di essere preso in seria considerazione. Non c’è nulla sotto il sole di cui non si possa abusare e di cui non si sia abusato. Anche l’amore può diventare strumento di assassinio; e del pacifismo si può fare una delle armi di una guerra aggressiva. D’altra parte, è anche troppo evidente che l’irrazionalismo e non il razionalismo ha la responsabilità di tutte le ostilità e aggressioni nazionali. Ci sono state anche troppe guerre aggressive di religione sia prima che dopo le crociate, ma non mi risulta che si sia combattuta una sola guerra per scopi “scientifici” e ispirata da scienziati.”

Karl Popper

*****

“Leggevo l’altro giorno, sul giornale, di quei tipi che stanno studiando il modo di dividere gli atomi, senza avere la minima idea di ciò che avverrà, se vi riusciranno. Potrà andar bene, come potrà non andar bene. E come rimarrà male quel disgraziato che dopo aver diviso l’atomo, vedrà andare in cenere la casa e se stesso fatto a pezzi.”
Sir Pelham Grenville Wodehouse (1881 – 1975), da “Alla buon’ora, Jeeves!”

 

*****

Renato Paresce, “Natura morta”, 1922

 

*****

“Io stavo seduto intento a scrivere il mio trattato, ma il lavoro non progrediva; i miei pensieri erano altrove. Girai la mia sedia verso il fuoco e mi assopii. Di nuovo gli atomi si misero a saltellare davanti i miei occhi, ma stavolta i gruppi più piccoli si mantenevano nello sfondo. L’occhio della mia mente, reso più acuto dalle ripetute visioni di questo genere, ora poteva distinguere figure più grandi, di diverse fogge, disposte in lunghe file in qualche punto assai vicine le une alle altre, tutte che giravano e si attorcigliavano come un groviglio di serpenti in movimento. Ecco che a un tratto uno dei serpenti, afferrata la sua stessa coda, roteava ironicamente davanti ai miei occhi. Come per un lampo di luce mi svegliai,… spesi il resto della notte ad elaborare le conseguenza dell’ipotesi. Signori impariamo a sognare ed allora forse intuiremo la verità.“

Friedrich August Kekulé von Stradonitz

*****

“La verità era uno specchio che cadendo dal cielo si ruppe… Ciascuno ne prese un pezzo e vedendo riflessa in esso la propria immagine , credette di possedere l’intera verità.”

Jalāl al-Dīn Muḥammad Rūmī 

*****

“Quando crediamo con forza a qualcosa che ancora non esiste, la creiamo. L’inesistente è tutto quello che non abbiamo desiderato abbastanza.”

Franz Kafka

*****

“Io non ho fallito duemila volte nel fare una lampadina; semplicemente ho trovato millenovecento-novantanove modi su come non va fatta una lampadina. “

Thomas Alva Edison

*****

“La scienza non è niente altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell’umanità. I nostri successi e i nostri fallimenti sono tra loro inscindibili, proprio come la materia e l’energia. Se vengono separati, l’uomo muore”
Nikola Tesla
*****
“Il miglior modo per combattere l’ignoranza è quello di diffondere la conoscenza in modo sistematico. Con questo obiettivo in mente, è fondamentale favorire gli scambi di idee e le relazioni umane.”
Nikola Tesla
*****
“Quello che vogliamo più di ogni altra cosa sono relazioni più strette e una migliore comprensione tra le persone e le comunità in ogni luogo della Terra, oltre all’eliminazione di quella devozione fanatica che esalta ideali di supremazia e onore nazionale sempre pronti a far precipitare il mondo nella barbarie primordiale e nel conflitto.”

Nikola Tesla

*****

“La Verità è uno specchio caduto dalle mani di Dio e andato in frantumi. Ognuno ne raccoglie un frammento e sostiene che lì è racchiusa tutta la Verità.”

Jalāl al-Dīn Muḥammad Rūmī 

*****

“Gli scienziati dicono che siamo fatti di atomi, ma un albero mi ha sussurrato che siamo fatti di sogni, un’onda mi ha detto che siamo fatti di viaggi, un bambino che gioca con le fate mi ha raccontato che siamo fatti di meraviglia.”

Fabrizio Caramagna

*****

 

*****

“E=mc2
Tutto è relativo salvo la bellezza di questa formula.”
Fabrizio Caramagna
*****

“L’istruzione che distrugge le domande è un crimine contro l’umanità.
Siamo stati educati a imbottirci di risposte, e ciò a scapito di uno spazio originario in cui tutto si crea.
Il sapere ha divorato i nostri occhi interiori. Non sappiamo più relazionarci con l’ignoto che la vita secerne nonostante la nostra cecità.”

Enrico Avveduto

*****

“Quelli che s’innamoran di pratica sanza scienzia son come ‘l nocchier ch’entra in navilio senza timone o bussola, che mai ha certezza dove si vada”.
Leonardo Da Vinci
*****

Nell’immagine: Maurits Cornelis Escher, “La mano con sfera riflettente” (anche nota come “Autoritratto allo specchio”), 1935

Lascia un commento