Fosforescenze

La forza di essere fragili

15.04.2022
“Utres inflati ambulamus. Minoris quam muscæ sumus. Illæ tamen aliquam virtutem habent; nos non pluris sumus quam bullæ.”
“Siamo degli otri gonfiati che se ne vanno a spasso. Si vale meno delle mosche. Almeno quelle hanno una qualche virtù; noi non siamo che bolle d’aria.”
Petronio, da “Cena Trimalchionis, 36-45, in “Satyricon”
*****

“La fragilità fa parte della vita, ne è una delle strutture portanti, una delle radici ontologiche.”

Eugenio Borgna, da “La fragilità che è in noi”

*****

“Cosa sarebbe la condition humaine stralciata dalla fragilità e dalla sensibilità, dalla debolezza e dalla instabilità, dalla vulnerabilità e dalla finitudine, e insieme dalla nostalgia e dall’ansia di un infinito anelato e mai raggiunto?”

Eugenio Borgna, da “La fragilità che è in noi”

*****

“Sono fatto di ritagli, di toppe e di fili,
porto l’oblio attaccato alle mie ossa,
porto la memoria diluita nel mio sangue.”
Raúl Vallejo, dalla poesia “Davanti ai vostri occhi di ghepardo”, in “La Mistica del Tabernacolo”, 2015

*****

Lucio Fontana, 1964 – Foto di Ugo Mulas

 

 

*****

“Da quando nasciamo ci fanno credere il contrario; veniamo educati a generare una forza non reale che è solo rigidità, resistenza alla vita. Cresce con noi un ideale di perfezione pericoloso che non ci permette di essere noi stessi, che non accetta la debolezza umana.
La nostra natura divina si manifesta quando l’essere umano diventa consapevole della propria condizione di immensa fragilità e cede, si arrende, comprende che se apre mani e braccia in quello stato di immensa cedevolezza, inizia a volare. Non occorre essere forti per essere liberi.”

Alice Miller

*****

“La forza impone, respinge e reprime, la fragilità accoglie, incoraggia e comprende”.
“Non abbiate paura di sentire la fragilità. Non abbiate paura di sentire i limiti”.

Vittorino Andreoli 

*****

“Io sono piccolo, fragile, indifeso. Posso sbagliare, commettere errori, anche per ingenuità, leggerezza. Allora, prendo tutto me stesso e mi abbandono all’universale fluire delle cose, perché in fondo sono solo un minuscolo granello dell’universo. Affido a Dio queste mie paure. E se davanti alla sua onnipotenza, riesco a riconoscere la mia infinita piccolezza, cosa mai può essere la mia ansia, o la mia paura del futuro, cosa potrà mai farmi la sofferenza?”
Giovanni Allevi, da “In viaggio con la Strega”, 2008
*****
Foto dal web
*****
“Sono come una foglia, una piccola e fragile foglia che, sbattute dall’aria, continua a volteggiare senza mai fermarsi.”
Romano Battaglia, da “Storia di Settembre”, 1991
*****
“Questo tuo corpo è fragile come un vaso di coccio. Fai della tua mente una fortezza e combatti le tentazioni con l’arma della saggezza.”
Siddhārtha Gautama Buddha, da “Dhammapada” (Versi della Legge), VI- V sec. a. C.
*****
Auguste Rodin, “Meditation or The Interior Voice”, 1886
*****
“Se la gente fosse di vetro sarebbe migliore? Dovrebbe stare più attenta agli altri? L’uomo non è abbastanza fragile. La sua mortalità non basta.”
Elias Canetti, da “La provincia dell’uomo”, 1973
******
“Ogni giorno, dietro fragili ripari, in tutta la terra una parte dell’umanità perde sangue da un’oscura ferita.”
Guido Ceronetti, da “Il silenzio del corpo”, 1979
*****
“Il bene è fragile, delicato, è sufficiente che il male gli spiri sul viso l’alito caldo di un semplice peccato perché gli si bruci per sempre la purezza, gli si spezzi lo stelo di giglio e appassisca la zagara.”
José Saramago, da “Il Vangelo secondo Gesù Cristo”, 1991 
*****
“Le cose capitano in pochi secondi. Tutto cambia. Sei vivo, sei morto. E il mondo va avanti.
Siamo sottili come carta. Puoi cambiare te stesso e fartene una ragione. Magari pensiamo troppo. Ascoltare di più, pensare di meno.”
Charles Bukowski
*****
Alberto Burri, “Sacco e Oro”, 1956
*****

“Le cicatrici ci ricordano dove siamo stati. Non devono determinare dove andremo.”

David Rossi a Aaron Hotchner in “Criminal Minds”

*****
“L’ombelico è la nostra ferita,
la ferita di essere al mondo
senza spiegazione di cielo.”
Chandra Livia Candiani
*****
“Le cicatrici hanno lo strano potere di ricordarci che il passato è reale.”
Cormac McCarthy, da “Cavalli selvaggi”
*****
“Anche se sei rotto, puoi ancora essere un’opera d’arte in un’altra forma”.

Tasha Kahil

*****

“L’unico miracolo che possiamo fare sarà quello di continuare a vivere, difendere la fragilità della vita giorno per giorno”.

José Saramago, da “Cecità”

*****

“L’arte da imparare in questa vita non è quella di essere invincibili e perfetti, ma quella di saper essere come si è, invincibilmente fragili e imperfetti”.
Alessandro D’Avenia, da “L’arte di essere fragili”, 2023
*****
Foto di Veronica Misticoni
*****
“Esiste una rabbia che non ha niente a che fare con la cattiveria.
È il ruggito di chi sta difendendo la propria fragilità.”
Oriana Fallaci
*****
“C’è una crepa in ogni cosa ed è da lì che entra la luce.”
Leonard Cohen, “Anthem”, 1992
*****
“Adoro l’ambivalenza poetica di una cicatrice.
Porta in sé due messaggi: qui, mi sono fatta male,
qui, sono guarita.”
Louise Madeira (Trad. M. Fernández)
*****

“Un’ostrica che non è mai stata ferita non produce perle.”

James Hillman, da “Psicologia alchemica”

*****

Foto di Antonio Mora

 

*****

“Non accettare mai nulla che non sia reciproco. Non amare mai profondamente finchè non sei certo che l’altra parte ti ama con la stessa profondità.
Perchè la profondità del tuo amore oggi è la profondità della tua ferita domani.”
Gabriel Garcia Màrquez
*****

“Forse la conservazione della specie risiede proprio in questo, nel perpetuare, sino all’ultima generazione di esseri umani, le nevrosi degli antenati, le ferite che ereditiamo come un secondo corredo genetico.”

Guadalupe Nettel (scrittrice messicana), da “Il corpo in cui sono nata” – Traduzione di Federica Niola

*****

Amit Gautam artist

 

*****

“L’amore è questo.
Qualcuno con cui poter essere fragili.”
Riccardo Bertoldi
*****
“Adoro l’ambivalenza poetica di una cicatrice.
Ha due messaggi: qui, mi sono fatta male; qui, sono guarita.”
Louise Madeira
*****
“Il mondo spezza tutti quanti, e poi molti sono forti nei punti spezzati.”
Ernest Hemingway, da “Addio alle armi”, 1929
*****
“Le anime più forti sono quelle temprate dalla sofferenza. I caratteri più solidi sono cosparsi di cicatrici.”
Kahlil Gibran
*****
“Vivere è strapparsi e rammendarsi.”
Joao Guimarães Rosa
*****
Ercole Roberti e Francesco del Cossa, “Maria Maddalena piangente”, Cappella Garganelli, Cattedrale di San Pietro a Bologna
*****
La foto in evidenza, , tratta dal “Corriere della Sera”, fa parte del progetto “Behind the scars”, della fotografa Sophie Mayanne. La donna della foto, Barbara, ha subito tre interventi chirurgici per tumore al seno.

Lascia un commento