Fosforescenze

La giornata del sole

29.01.2023
– Cosa prende?
– Un tramonto per due, vista mare.
Anonimo
*****
ὁ ἥλιος οὐ μόνον, καθάπερ ὁ Ἡράκλειτός φησι, νέος ἐφ᾽ ἡμέρηι ἐστίν, ἀλλ᾽ ἀεὶ νέος συνεχῶς . . . ἅπτεται καὶ σβέννυται.
“Non solo il sole, come dice Eraclito, è nuovo ogni giorno, ma è sempre nuovo di continuo… si accende e scompare.”
Frammento B6
*****

“Tra le mani ho il polline dell’alba. Con esso ho cucito la notte; sulla montagna nasce la lama pallida del giorno nuovo”.

Poesia Navajo

*****

“Dentro un raggio di sole che entra dalla finestra, talvolta vediamo la vita nell’aria. E la chiamiamo polvere.”

Stefano Benni, da “Margherita dolcevita”, 2005

*****

“[L’alba] è l’ora in cui le cose perdono la consistenza d’ombra che le ha accompagnate nella notte e riacquistano poco a poco i colori, ma intanto attraversano come un limbo incerto, appena sfiorate e quasi alonate dalla luce: l’ora in cui meno si è sicuri dell’esistenza del mondo.”

Italo Calvino, da “Il cavaliere inesistente”, 1959

*****

Foto di Horacio Graça

 

*****

“Non si può toccare l’alba se non si sono percorsi i sentieri della notte.”
Kahlil Gibran, da “Sabbia e spuma”, 1926 
*****
“La vita ci bacia su tutt’e due le guance giorno e mattina, ma ride delle nostre opere la sera e all’alba.”
Kahlil Gibran, da “Massime spirituali”, 1962 (postumo)
*****
“Lasciami, o lascia che lavi la mia anima nei colori; lasciami inghiottire il tramonto e bere l’arcobaleno.”
Khalil Gibran
*****
Paul Wilson, “Cognisance”
 
*****
“L’alba ha una sua misteriosa grandezza che si compone d’un residuo di sogno e d’un principio di pensiero.”
Victor Hugo, da “I lavoratori del mare”, 1866
*****
“Anche l’alba proietta ombra” − sibilò il crepuscolo.
“Ma da un’altra parte” − spiegò l’alba.
Stanisław Jerzy Lec, da “Pensieri spettinati”, 1957
*****
“È geniale questa cosa che i giorni finiscono. È un sistema geniale. I giorni e poi le notti. E di nuovo i giorni. Sembra scontato, ma c’è del genio. E là dove la natura decide di collocare i propri limiti, esplode lo spettacolo. I tramonti.”
Alessandro Baricco, da “Oceano mare”, 1993
*****
“I tramonti di quell’inferno africano si rilevavano straordinari. Non te li toglieva nessuno. Ogni volta tragici come mostruosi assassinii del sole. Un immenso bluff. Soltanto che c’era troppo da ammirare per un uomo solo. Il cielo per un’ora si pavoneggiava tutto spruzzato da un capo all’altro d’uno scarlatto delirante, e poi il verde scoppiava in mezzo agli alberi e s’innalzava dal suolo a strisce tremanti fino alle prime stelle. Dopo di che il grigio riprendeva tutto l’orizzonte e poi di nuovo il rosso, ma allora stanco il rosso e non per molto. Finiva così. Tutti i colori ricadevano a brandelli, afflosciati sulla foresta come vecchi stracci alla centesima replica. Ogni giorno verso le sei era esattamente così che andava. E la notte con tutti i suoi mostri entrava allora in ballo tra mille e mille rumori di gole di rospo.”
Louis-Ferdinand Céline, da “Viaggio al termine della notte”, 1932
*****
“Oggi alla fine del giorno
il tramonto posò le sue perle
sui fini e neri capelli della sera
ed io le ho nascoste
come una collana senza filo
dentro il cuore.”

Rabindranath Tagore, da “Tramonto”

*****

“Il mio sole tramonta per rinascere.”
Robert Browning
*****
“Il sole muore già
E di noi questa notte avrà pietà”
Renato Zero, da “Amico”
*****
“Come è forte il rumore dell’alba”.
Sandro Penna
*****
Immagine dal web
*****
“Ogni alba ha i suoi dubbi.”
Alda Merini
*****
“Il sole è buono per chi lo piglia da fermo, sdraiato. Per chi lo porta sulla schiena da prima luce fino a sera, il sole è un sacco di carbone.”
Erri De Luca, da “Montedidio”, 2002
*****
Iman Maleki (Artista iraniano)
*****
Mattino
“Un caffè breve
un bacio lungo
e abbandonare il giorno
alla sua sorte”
Milton Fernàndez
*****
Kathrin Federer, Digital Art
*****
“Il regno del mattino col suo cielo di miele
giace e attende con occhi chiusi,
con gli occhi chiusi di tutti i fiori.
Bello come una donna, come mille donne,
giace e chiude gli occhi fiorenti,
giace e sotto il suo cielo di miele attende
il suo re, il giorno impietoso.”
Pär Lagerkvist (poeta, scrittore e drammaturgo svedese)
*****
Foto di Andrzej Berlowski
*****
“C’è nel mattino – sarà
per quella luce – una sottile ebbrezza
sarà per la bellezza
degli inizi – quella promessa
che sempre si nasconde quando s’avvia un nuovo qualche cosa.
Sarà il bello
di cominciare.”
Mariangela Gualtieri, da “Quando non morivo”, 2019
*****
“Svegliandomi questa mattina, sorrido. Ventiquattro ore nuove di zecca sono davanti a me.”
Thích Nhat Hanh
*****
“Non senza motivo
lo spuntare di ogni nuovo giorno
é preceduto dal canto del gallo
che annuncia dai tempi dei tempi
un tradimento.”
Bertolt Brecht
*****
Frida Kahlo, “Sole e vita”, 1947
*****
“Giorno di gran sole
risata sopra il mondo”.
Sibilla Aleramo, da “Una risata”
*****
“Portare la nostra parte di notte ̶
la nostra parte di aurora ̶
Riempire il nostro spazio di felicità
il nostro spazio di risentimento ̶
Qui una stella, e là una stella,
alcuni si perdono!
Qui una nebbia, e là una nebbia.
infine, il giorno!”
Emily Dickinson
*****
Foto di Mirec Matuska
*****
“E chi, chi sarà mai
Il buttafuori del sole
Chi lo spinge ogni giorno
Sulla scena alle prime ore.”
Fabrizio De André, da “Cantico dei drogati”, dall’album “Tutti morimmo a stento”, 1968
*****
– Supponi che tua zia Dahlia una bella mattina legga sul giornale che sarai fucilato all’alba.
– Impossibile. Non mi alzo mai così presto.
Sir Pelham Grenville Wodehouse (1881 – 1975), da “Jeeves taglia la corda”
*****
Bonvi, “Sturmtruppen”
*****
“Sì può recensire un tramonto?”
Emanuele Trevi, da “Istruzioni per l’uso del lupo”, 2012
*****
Foto in evidenza: Vivek Nikam, “Tringle news”

Lascia un commento